Michel Foucault (1926 - 1984)

E' stato uno dei maggiori intellettuali poliedrici di questo secolo. Filosofo, storico, epistemologo, critico letterario, ma anche analista e militante politico, i suoi studi hanno impresso una svolta radicale nella ricerca di ci˛ che caratterizza il presente, non solo nei vari ambiti disciplinari maestosamente raffigurati da Foucault, ma anche nelle forme costitutive dei saperi e il loro modo di formarsi e funzionare realmente nella societÓ storicamente considerate, configurando inedite relazioni al potere.

Tra le sue opere di maggiore importanza: Storia della follia (Rizzoli, Milano, 1963), L'archeologia del sapere     ( Rizzoli, Milano, 1963), Microfisica del potere (Einaudi, Torino, 1977), Storia della sessualitÓ (in tre volumi, Feltrinelli, Milano, 1978 - 1984 - 1985), Sorvegliare e punire (Einaudi, Torino, 1969).