PROGETTO CONSUMO CRITICO

2008/11/12 alle 10:34

PROGETTO CONSUMO CRITICO – XM24

La vita segreta delle cose è quella che ci ostiniamo a non vedere,
lontana dai riflettori del mercato e dell’informazione. Una storia che non riusciamo a decifrare, e non vogliamo riconoscere neanche quando vomita sulle “nostre” coste storie di uomini e donne messi in fuga dalla barbarie…

Le tematiche Ambientali e quelle connesse alla gestione dei rifiuti in particolare, si presentano come una formidabile chiave di lettura del mondo in cui viviamo e forniscono gli strumenti per una critica radicale del modello di sviluppo dominante. Per comprendere a pieno il significato di questa affermazione, basterebbe seguire a ritroso il ciclo di vita di qualche prodotto, tra quelli di largo consumo che ritroviamo (e buttiamo) comunemente tra rifiuti; ci imbatteremmo con molta probabilità in storie di “ordinario” sfruttamento, di devastazione ambientale, di diritti umani violati, ma anche di guerre dichiarate (o meno) per il controllo e lo sfruttamento delle risorse necessarie alla loro produzione e per il controllo dei mercati di sbocco per i prodotti derivati. Miniere, foreste, corsi d’acqua, risorse energetiche e alimentari, biodiversità: il saccheggio delle risorse con le quali vengono realizzati molti dei prodotti che ci circondano, che consumiamo e che gettiamo tra i rifiuti produce ingiustizia, e acuisce il divario tra i pochi ricchi e i molti poveri.
L’aumento dei flussi migratori dal “sud” verso il “nord” del mondo ne è uno dei fenomeni più evidenti.
I rifiuti che produciamo in XM, l’energia e i prodotti che consumiamo, non fanno eccezione, hanno ognuno una storia da raccontare, storie di uomini, donne e di lavoro, di territori e habitat naturali devastati, di saccheggi e conflitti sociali, storie di paesi “naturalmente ricchi”, resi poveri da chi ne sfrutta (o ne favorisce lo sfruttamento) le risorse.
Riteniamo che l’XM24, come spazio sociale e politico, inevitabilmente inserito all’interno di questo sistema, debba necessariamente farsi carico di questi temi, a partire dalle proprie azioni quotidiane, nelle quali si presenta inevitabilmente tanto nella veste di consumatore che in quella di venditore di beni e prodotti di consumo oltre che di produttore di rifiuti.
E’ per questo che intendiamo sperimentare sia all’interno che all’esterno dello spazio, pratiche volte in linea generale alla riduzione dei consumi di materiali, acqua ed energia, alla sostituzione dei prodotti usati e venduti con prodotti che rispondano a requisiti di carattere etico e ridotto impatto ambientale e una gestione dei rifiuti residui orientata al recupero di materia attraverso l’introduzione di un sistema di raccolta differenziata per le principali tipologie di rifiuti prodotte. Molto abbiamo già fatto in questa direzione, molto c’è ancora da fare.

“BUONE PRATICHE” GIÀ INTRODOTTE E SPERIMENTATE (O IN FASE DI SPERIMENTAZIONE) ALL’INTERNO DI XM24

RISPARMIO ENERGETICO
•lampade a basso consumo, neon, lampade a scarica con fotocellula crepuscolare (accese solo di notte).
•riscaldamento con convettori a gas e stufe alogene a basso consumo

RISPARMIO IDRICO
•bagno pubblico con fotocellula
•riduttori di flusso sulla rubinetteria

PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI
•prenotazione contratto con fornitore di elettricità prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.

CIBO DI PRODUZIONE LOCALE, FILIERA CORTA
•vendita di prodotti alimentari di produttori locali (mercatino biologico del giovedì) per abbattere l’inquinamento della produzione industriale oltre a quello dovuto al trasporto.
•giardino – orto botanico all’interno di XM24

MOBILITÀ SOSTENIBILE
•Ciclofficina popolare Ampio Raggio: per promuovere una mobilità ecologica e autoprodotta!

PRODURRE MENO RIFIUTI
•utilizzo di piatti in ceramica lavabili al posto dei piatti in plastica (con cauzione di 1 euro)
•cauzione di 50 cents sulle lattine di birra per differenziare la raccolta di alluminio
•cauzione di 50 cents su tutti i bicchieri in PLA (amido di mais certificato no OGM biodegradabile al 100%) per differenziare la raccolta di bicchieri in amido di mais
•sconto di 50 cents su tutte le bevande in bicchiere per incentivare il riutilizzo del bicchiere.
•parziale sostituzione delle bottiglie di vetro al bar con bottiglioni di vino da 5 litri con cauzione
•acqua in caraffa o del rubinetto e fontanelle pubbliche al posto delle bottiglie d’acqua in PET eliminando inquinamento per produzione e trasporto
•bacheche per i comunicati etc…al posto dei volantini
•compostaggio domestico al posto del conferimento al servizio pubblico per l’orticello interno a XM24

CUCINA VEGETARIANA E VEGANA
•cucina vegetariana e vegana contro lo specismo e la crudeltà sugli animali, ridurre lo spreco di risorse ambientali e promuovere una dieta più sana

ELIMINAZIONE ALLA FONTE DEI RIFIUTI NON RECUPERABILI
•sostituzione totale dei bicchieri in plastica con bicchieri in PLA (amido di mais certificato no OGM biodegradabile al 100%) avviati a compostaggio o bruciati nelle stufe di XM24

UTILIZZO DI PRODOTTI RICICLATI O DERIVATI DAL RICICLO DI MATERIALE
•utilizzo di carta riciclata per la stampa di materiale di comunicazione
•riciclo e riutilizzo di materiali e prodotti usati di ogni tipo
•riciclo ortaggi, frutta e cibo invenduti
•mercatino dell’ artigianato del giovedì esclusivamente dedicato a manufatti creati da materiali riciclati o autoprodotti artigianalmente
•mercatino di vestiti usati a basso costo ogni giovedì

RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI RECUPERABILI
raccolta differenziata di
•alluminio (lattine)
•carta (volantini etc…)
•vetro (bottiglie di vino, e altre bevande in vetro)
•plastica (PET e altri rifiuti di imballaggio in plastica)
•rifiuti organici (scarti di cucina, bicchieri in mais)


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: