06/16 MeryXM ALFABETO DELLA TRASGRESSIONE con Pino de March e Antonietta Laterza

2010/06/04 alle 18:00

Mercoledì 16 giugno

Ore 20.30

Antonietta Laterza presenta
“Alfabeto della Trasgressione”
a cura di Pino de March

Parole, suoni, immagini, autoprodotte, autocoscienti, lungo una vita, frammenti di bellezza:
Antonietta Laterza conversa con Pino de March di frammentati ritrovati erotici, alfabeti sottratti alle mute urlate banalizzate trasgressioni a partire dalla sua raccolta di poesie PEPPERMONAPUPPIS, ovvero Piccantissima Gnocca Escatologica.

Antonietta Laterza si definisce “diversamente abile come tutti” e si batte da sempre per una nuova identità della donna portatrice di valori contro le barriere fisiche e culturali.
Suona la chitarra e ha al suo attivo quattro CD: Alle sorelle ritrovate, Le belle signore, Donne a Marrakech e Sirene.
Disegna, scrive racconti di cronaca onirica, colleziona abiti strani.
Ha fondato l’Associazione SIRENA PROJECT – Arte e Diversità – Ha organizzato nel 2000 la rassegna di teatro sociale “SuperAbiliCelebration”.
Nel 2007 la svolta nel teatro per il quale ha scritto e diretto il musical “PepperMonaPuppis”.
La drammaturgia si sviluppa dall’interazione di Antonietta e del suo doppio trasgressivo, Mona che attraverso un viaggio astrale sull’asteroide Eros scopre la libertà senza limiti. La protagonista che si definisce libera, liberale, libertaria e libertina, inseguirà percorsi di guarigione dagli esiti imprevedibili!

Ore 22 concerto

Skinshout
(Jazz / Sperimentale)

“A project around the black music: work songs, blues and traditons of the origins”
Un duo esclusivo, batteria e voce.
Nuovo progetto del poliedrico batterista e compositore siciliano Francesco Cusa con la vocalist Gaia Mattiuzzi, grandi doti vocali e straordinaria sensibilità.
Rielabora canti di tradizione arcaica africana pescati tra i reperti di Alan Lomax.
Una musica ricca e intensa oltre i limiti della vocalità ampiamente modulata dalla Mattiuzzi e dal sofisticato drumming di Cusa. Entrambi riescono ad intingere elementi basilari della cultura africana e innovativi del jazz che trovano nell’improvvisazione il veicolo ideale per rivelarsi.
Un canto che si fa strazio, grido, sofferenza, gioia, tenerezza.

Gaia Mattiuzzi voice
Francesco Cusa drums
www.myspace.com/skinshout

Rassegna MeryXM


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: