06/26 SABATO<br>

2010/06/23 alle 21:54

INFO e FOTO della campagna SIAMO ALLA FRUTTA per il NAPOLI PRIDE 2010 a cura di FRANGETTE ESTREME

il comunicato delle FRANGETTE ESTREME

TUTTE LE PORTATE DEL PRIDE

Antipasto – FINOCCHIE FLAMBE’?

Le persone lesbiche, gay, bisex, transessuali, intersessuali, queer, in
Italia come altrove, cercano visibilità, affermano il proprio diritto di

esistenza, mettono in discussione i generi e i ruoli sessuali
preconfezionati come unici e incontrovertibili, si ribellano ai codici
comportamentali che qualcun altro ha stabilito per loro e per tutt*,
sovvertendo l’ordine sessuale costituito. Dal 1969, anno della rivolta
di Stonewall a New York, abbattono il muro della vergogna che gli è
stato costruito attorno dai moralisti benpensanti, dalle farse
dell’ordine, dagli integralisti religiosi e vi contrappongono
l’orgoglio, la fierezza, la coraggiosa consapevolezza di ciò che sono o
che vogliono essere. In una parola: Pride!

Prima portata – PASTA E FAGIOLI.

La domanda che spesso ci siamo fatt* è: può una persona lgbtiq essere di

destra? Evidentemente si. La seconda domanda è: il nostro percorso
politico c’entra qualcosa con quello delle persone lgbtiq di destra, o
che ammiccano a destra? Semplicemente NO. La terza domanda è: i diritti e la dignità delle persone lgbtiq riguardano solo queste comunità? Oppure la possibilità di esprimere liberamente i desideri è un conquista
auspicabile per tutt*?La risposta per noi è alla vostra portata.

Seconda portata – FRITTOMISTO TRICOLORE 2010.

C’è un Pride a Roma. Da tanti anni un comitato allargato di
associazioni, realtà e collettivi lo organizza. Quest’anno però gli chef

sono cambiati, hanno pensato di imporre un’altra ricetta, ma gli
ingredienti sono marci e i tempi di cottura totalmente sbagliati. Il
comitato si è ridotto a sole quattro associazioni, di cui due
dichiaratamente di destra, “sostanziando una marginalizzazione delle
realtà lgbtiq di area culturale di sinistra in favore di un indistinto
qualunquismo politico, basandosi su un progetto ipotetico di
trasversalità che vuole andare a tutti i costi a scovare una sensibilità della destra italiana verso le tematiche gay, lesbiche e transessuali
che nella realtà non esiste.” NOI NON CI SAREMO, e ci auguriamo che i suddetti chef
rimangano scottati nella preparazione.

Dolce – TIRAMISU’.

Il Pride Nazionale a Napoli quest’anno, anche alla luce di questi
avvenimenti, assume valenze politiche ancor più rilevanti. C’è un
appello dei collettivi lgbtiq e femministi di Napoli alla partecipazione

dei movimenti al Pride, che condividiamo in pieno.


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: