L’attacco alla Mavi Marmara, le uccisioni cruente, le accuse all’IHH. Testimonianze dirette e parte di un video inedito.

2010/08/09 alle 18:07


Ripubblichiamo un approfondimento scritto da Manuel Zani, che ha accompagnato la Freedom Flotilla nella sua missione umanitaria, imbarcato sulla Sfendoni

Verso il 10 luglio seguo Manolo a Istanbul assieme ad Andrea, un amico cameraman. Ci stiamo recando in Turchia per partecipare alla conferenza stampa del nascente gruppo “Freedom Flotilla Press”, composto da giornalisti e freelance presenti sul convoglio umanitario.
L’obiettivo sotteso alla riunione è quello di sventare ulteriori ricostruzioni fittizie, smascherare ove possibile narrazioni tendenziose, lottare assieme per ottenere la restituzione delle attrezzature e dei materiali video sequestrati dall’esercito israeliano, in spregio alla libertà di stampa. Non da ultimo mantenere viva la memoria di quanto accaduto. In realtà viaggiamo anche per completare il lavoro iniziato ad Atene, prima della partenza della flottiglia, che avrebbe dovuto concludersi a Gaza filmando i vari momenti e personaggi della missione umanitaria. Manolo ha con sé una lunga lista di persone che intende intervistare: passeggeri della Marmara, membri dell’equipaggio, organizzatori della spedizione.

>>>CONTINUA A LEGGERE


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: