02/24 h.21 @ Salavisioni GHOST IN THE SHELL: L'ATTACCO DEI CYBORG

2011/02/01 alle 11:22


Titolo originale Inosensu
Regia Mamoru Oshii
Soggetto Masamune Shirow
Sceneggiatura Mamoru Oshii
Character design Hiroyuki Okiura
Studio * Production I.G.* Studio Ghibli
Musiche Kenji Kawai
1ª proiezione 6 marzo 2004
Durata 105 min
1ª proiezione it. 4 agosto 2006
proiezione in lingua italiana

Dopo la proiezione la settimana scorsa di L’uovo dell’Angelo (Mamoru Oshii 1985),questa settimana ci sarà la proiezione di Mamoru Oshii 20 anni dopo,con il bellissimo Ghost in the Shell: L’attacco dei Cyborg (イノセンス, Inosensu?), conosciuto anche col titolo internazionale Ghost in the Shell 2: Innocence, è il sequel del film d’animazione del 1995 Ghost in the Shell. È stato scritto e
diretto da Mamoru Oshii ed è, nonostante le modifiche apportate, basato sul sesto capitolo del manga originale di Masamune Shirow, intitolato Robot Rondo.
Distribuito nelle sale cinematografiche giapponesi il 6 marzo 2004 e costato circa 20 milioni di dollari, il film è stato prodotto da Production I.G, azienda già autrice del film precedente e delle due serie televisive Ghost in the Shell: Stand Alone Complex e Ghost in the Shell: Stand Alone Complex – 2nd GIG, e coprodotto dallo Studio Ghibli.

Il film ha fatto parte della selezione ufficiale del Festival di Cannes 2004 risultando il sesto film d’animazione nella storia del festival ad essere in concorso.

Trama

2032: le città sono ormai abitate da sempre meno esponenti della razza umana “pura” in favore di androidi meccanici e di cyborg, come Batou, dotati di anima ma vulnerabili all’hacking del loro cervello meccanizzato.Il film presenta numerosi personaggi già apparsi nel prequel: Togusa, il membro più umano della squadra, Aramaki, Ishikawa e Batou, nel ruolo di protagonista. Batou era solito al lavoro di coppia con il maggiore Motoko Kusanagi, data per dispersa già al termine del primo film. Il suo nuovo compagno è ora la recluta Togusa che afferma di non aver mai chiesto volontariamente il posto del maggiore ben sapendo di non essere in grado di sostituirla, sia come efficienza pratica che come intelligenza.
I membri dell’organizzazione governativa “Sezione 9” stanno indagando su un’azienda operante nella produzione di cyborg, la Locus Solus (dal romanzo omonimo dello scrittore francese Raymond Roussel), i cui ginoidi, androidi dalla forma di giovane donna utilizzati come strumento sessuale, hanno ucciso
otto persone e si sono manomessi volontariamente per dare inizio ad un’inchiesta della polizia. I ginoidi possedevano un’anima, fattore che li rendeva più appetibili ai clienti, creata attraverso un’illegale macchina che, partendo da un’anima originale, eliminava quest’ultima per produrne in serie numerose copie. Al fine di raggiungere questo scopo, la Yakuza rapiva giovani ragazze innocenti e le vendeva alla Locus Solus che avrebbe poi rubato loro l’anima. Due delle ragazze riescono però a interrompere questo processo ciclico grazie all’aiuto di un ispettore assegnato al caso della Locus Solus, Volkerson, causando il malfunzionamento negli androidi e rendendo quindi
pubblica la loro condizione.


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: