| Che cos'è l'XM24 | Come arrivarci | Contattaci | Progetti | Links |

XM24: survival and inspiration against all odds

2014/09/14 alle 18:00

by ROAR Collective on September 14, 2014

Post image for XM24: survival and inspiration against all odds

The story of the XM24 squat in Bologna is one of struggle and resistance, of hope and inspiration; a story about the self-management of everyday life.

By Sean Patrick Casey and Giulia Zapata Foresti

XM24 is a self-managed social center and public space in Bologna, Italy. It was first occupied in 2002, but its origins go back to the 1990s, to the social centers and the anti-globalization movement of that decade. It is heterogeneous and non-hegemonic, but it holds anti-fascism, anti-sexism and anti-racism to be the three common points that hold the space, its collectives and its individuals together in a revolutionary and pluralistic identification with the broader anti-capitalist movement.

The object of this article, written by two militants of the space, is to give a sense of our story and daily practice that, we hope, will be useful to comrades outside of the Italian context...

to continue: http://roarmag.org/2014/09/xm24-social-center-bologna/


Presidio: NO alle esercitazioni militari in Sardegna, embargo militare contro Israele

2014/09/13 alle 11:00

In solidarietà con la lotta del popolo palestinese 
Per il blocco immediato delle esercitazioni militari in Sardegna 
Per l’embargo militare contro Israele 
Per la cancellazione dell’accordo di cooperazione militare Italia-Israele 

SABATO 13 SETTEMBRE DALLE ORE 11:00 

 PRESIDIO DAVANTI ALLA PREFETTURA IN PIAZZA ROOSVELT – BOLOGNA 

A SOSTEGNO DELLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO L'OCCUPAZIONE MILITARE A CAPO FRASCA - SARDEGNA

L’Italia è il primo fornitore europeo di armi ad Israele e nel 2005 ha firmato con questo paese un accordo di cooperazione militare che riguarda l’interscambio di armamenti, la formazione e l’addestramento di personale militare e la ricerca e sviluppo in campo militare.
Mentre Israele avviava gli attacchi a Gaza, i primi due dei 30 caccia addestratori M-346 della Alenia Aermacchi, gruppo Finmeccanica, sono stati consegnati all’aeronautica militare israeliana.
Le forze armate israeliane utilizzano poligoni di tiro e aree militari in Italia, in particolare in Sardegna, per le loro esercitazioni. Secondo un documento del Ministero della Difesa, a partire dal 21 settembre a Capo Frasca (Oristano) è previsto un ciclo di esercitazioni degli F15 e F16 della Israeli Air Force (IAF).

Quasi 100 artisti e personalità di tutto il mondo, anche italiani, hanno pubblicato una lettera aperta per esigere che l’ONU e i governi del mondo impongano “un embargo militare totale e giuridicamente vincolante verso Israele, simile a quello imposto al Sud Africa durante l’apartheid”.
Su questi obiettivi si sta mobilitando in tutta Italia un arco di forze molto ampio che include reti pacifiste e per il disarmo, movimenti di solidarietà con la Palestina e per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) contro Israele, organizzazioni sindacali, e altre reti e associazioni della società civile.

Non possiamo rimanere silenti di fronte a questi fatti; non possiamo né vogliamo essere complici del massacro di Gaza, dell'occupazione e dell'apartheid in Palestina.
Da Gaza sono arrivati tantissimi foto-appelli contro le esercitazioni militari israeliane in Sardegna e un appello di organizzazioni e sindacati per intensificare la campagna di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni, incluso l’embargo militare.

I movimenti pacifisti e contro la militarizzazione del territorio sardo, le associazioni di solidarietà con la Palestina e per il BDS hanno convocato per il 13 settembre una manifestazione nazionale a Capo Frasca per chiedere il blocco immediato di tutte le esercitazioni militari in Sardegna e in particolare quelle delle forze armate israeliane che portano morte e distruzione in Palestina.

Chiamiamo le donne e gli uomini solidali con la Palestina, tutte le realtà impegnate contro lo sfruttamento del territorio, contro la presenza delle basi di guerra e per il disarmo a mobilitarsi a sostegno della manifestazione nazionale a Capo Frasca, per il blocco immediato delle esercitazioni militari in Sardegna, per l’embargo militare contro Israele, per la cancellazione dell’accordo di cooperazione militare Italia-Israele.

Prime adesioni:

Coordinamento Campagna BDS Bologna, Donne in Nero, Comitato Palestina Bologna, Berretti Bianchi Onlus, Rete dei Comunisti Bologna, Pratello R’Esiste, Noi Restiamo, Circolo SEL Bologna Città “Marcella di Folco”, Primavera Urbana, Ross@ Bologna, AssopacePalestina Bologna, Pax Christi, XM24, Associazione Campi Aperti, ExAequo - Bottega del Mondo, Rifondazione Comunista Bologna, Giovani Comuniste/i Bologna, Partito dei Comunisti Italiani Bologna, Associazione Yoda, Sinistra Ecologia e Libertà Bologna


EMERGENZA GAZA

2014/08/03 alle 22:42


Vogliamo ringraziare tutte e tutti quanti hanno partecipato alla raccolta fondi per Gaza ospitata giovedì 31 luglio da XM24.
Durante la serata, grazie all'impegno di tant* singol* e collettivi e in primo luogo della Mensa autogestita Eat the Rich, che ha imbandito un'ottima cena sono stati raccolti 2300 euro,
di cui 1000 donati dall'associazione delta 9THC  e 180 dall'Associazione Primo Moroni - NUOVA Casa del Popolo Ponticelli
Come si può vedere nella scansione che riproduciamo qui sotto, l'importo è stato subito inviato a destinazione. Per il versamento è stato utilizzato il conto corrente di Terre des Hommes, una delle ONG che partecipano all'iniziativa "Emergenza Gaza", da alcuni giorni attivamente impegnate a raccogliere donazioni a scopo medico e sanitario, nel tentativo di alleviare nei limiti del possibile la
sofferenza, e per la resistenza, della popolazione palestinese sottoposta alla brutale aggressione dell'esercito israeliano.

XM24 STA CON GAZA!
STOP BOMBING GAZA!

http://terredeshommes.it/emergenza-gaza-appello-per-i-medicinali/

 

 


Orario Attività Settimanali

calendario

18 Sep, 22:00 - UP THE PUNX
24 Sep, 18:30 - Dallo Strike Meeting allo sciopero transnazionale. Problemi, proposte, progetti

Atom Feed

RICERCA: