Comunicato csoa forte prenestino su arresti no tav del 29/11/2012. Domiciliari a damiano

2012/11/30 alle 08:23

SIAMO TUTT* NO TAV, NON CI FERMERETE MAI!

Il 29 Novembre alle 7 di mattina, la Digos ha bussato alla porta di Damiano, da anni attivista e occupante del CSOA Forte Prenestino, perquisendo l'abitazione e notificandogli gli arresti domiciliari.

Nelle stesse ore il presidio di Chiomonte, in Val di Susa, viene sgomberato e sigillato, ed altre 18 persone, a Torino e in Valle, vengono raggiunte da misure restrittive e provvedimenti cautelari.

Questa operazione scatta a pochi giorni dal vertice italo-francese su TAV del 3 dicembre, contro il quale il movimento NO TAV ha indetto una mobilitazione internazionale.

Dopo le sentenze di Genova e le condanne per devastazione e saccheggio, gli arresti per il 15 ottobre e i pestaggi indiscriminati degli studenti, è di nuovo la volta de* NO TAV.

L'intento è chiaro: colpire chi partecipa in prima persona alle lotte, criminalizzare un intero e variegato movimento, creare un clima di tensione in occasione delle prossime mobilitazioni.

Indipendentemente dalle modalità messe in campo, a suon di musica o dietro uno scudo, a volto scoperto o protetti da un casco, ogni forma di dissenso diventa un problema di ordine pubblico, mentre le ragioni delle lotte restano oscurate.

Non lasceremo vincere questa strategia, continuiamo a scendere in piazza nelle nostre città, torniamo ancora più numerosi in Valle:

le ragioni NO TAV non si arrestano!

Fuori le truppe di occupazione dalla Val di Susa.

Liber* Tutt*

CSOA Forte Prenestino

Damiano libero


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: