Mercoledì MeryXm: Diritto alla casa? Tra disagio abitativo e lotte sociali e concerto Etnia Supersantos

2013/05/29 alle 20:00

dalle 20:00
aperitivo con i vini di GustoNudo-Vignaioli Eretici
www.gustonudo.net

dalle 21:00
cena popolare

Ore 20:30

Diritto alla casa? Tra disagio abitativo e lotte sociali

Interverranno Giorgio Simbola e i militanti dell’Associazione Inquilini e Assegnatari (Asia) dell’USB che dal 27 gennaio presidiano 24 ore su 24 l’ingresso all’ex-caserma Sani di Via Ferrarese 199

Presentazione di

Where is my house?

di Giulia Agostini e Matteo Di Calisto

Un documentario corale che ci porta dentro il disagio abitativo a Roma, esplorandone tutte le sue diverse realtà e sfaccettature: dalle baracche e tendopoli agli edifici e fabbriche occupate. Grazie alle storie di Ahmed giovane rifugiato afghano, Manuela studentessa italiana fuori sede, Lucio occupante peruviano e Mircea rumeno che vive con la famiglia in una tendopoli verrà mostrata l’altra faccia dell’abitare a Roma, una città di gente senza casa e case senza gente.

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=snsGfWoapn4

A seguire proiezione di

La situazione abitativa a Bologna

un documentario di Michele Lapini

(Pubblico Bene, 2012)

È proprio il caso di dirlo: “troppe case senza gente, troppa gente senza case”. Succede nella ricca Bologna, e per capirlo basta guardare i dati: 15.000 famiglie in attesa di una casa popolare nella regione Emilia-Romagna, di cui il 63% nella sola città di Bologna, secondo il Rapporto provinciale “Bologna Social Housing”. Un'emergenza invisibile, che fa parlare di sé solo quando le occupazioni abitative vengono sgomberate dai carabinieri mentre tra i politici si sprecano i richiami alla legalità.

È davvero questa la strada da percorrere per trovare la soluzione al problema abitativo a Bologna? L’inchiesta toccherà tutti quegli aspetti collegati all’abitare che possono rappresentare opportunità od ostacoli per le politiche sulla casa. Le case popolari sono sufficienti? Quante case sfitte pubbliche potrebbero diventare un bene pubblico attraverso l’auto-recupero? Quanti sfratti colpiscono la popolazione bolognese? Quali sono le risposte dalle istituzioni di fronte all’aggravarsi del problema abitativo? Quante sono le occupazioni sgomberate e quante invece vengono tollerate? Dove finiscono coloro che sono costretti ad abbandonare la propria casa perché non riescono più a pagare l'affitto?

A queste ed altre domande l’inchiesta cercherà di fornire delle risposte in grado di offrire una panoramica dettagliata della questione abitativa nella città di Bologna, coinvolgendo i principali protagonisti, attori e raccontando le esperienze già in atto. Un’inchiesta multimediale che oltre ad analizzare i numeri della situazione abitativa, cercherà di spiegarne le cause e le problematiche che ne derivano, stimolando la ricerca di nuove soluzioni.

http://www.pubblicobene.it/pitches/20-la-situazione-abitativa-a-bologna/story

Profilo dell'autore

Michele Lapini: fotografo freelance toscano classe 1983 vive a Bologna da 5 anni. Ha pubblicato per riviste e quotidiani italiani ed internazionali, e collabora con alcune agenzie. Si occupa principalmente di reportage legati a tematiche sociali, ambientali e politiche sia in Italia che all’estero.

Ore 22:30

Concerto Etnia Supersantos

Il discorso musicale avviato dai grandi autori italiani alla fine degli anni ’70 e proseguito negli anni ’80, quella canzone che aveva rotto gli argini della definizione di genere, è rientrata nei ranghi. Ispirati da quella stagione musicale, gli etnia SupersantoS riavviano i lavori, modernizzando e facendo proprio quello spirito d’avventura. Quella della band è una musica cordiale, frizzante, condita qua e là con qualche battuta di spirito, che fa della semplicità la sua cifra stilistica. Un itinerario artistico senza gravità, sincopato e basato sull’idea di groove. Il suono dei SupersantoS è una commistione di folk, pop, blues, dance anni ‘80, reggae, rocksteady e swing che converge in un’unica direzione: la Canzone, la Canzonetta, la Canzonaccia, la Canzonissima, la Canzonata… Le melodie e le parole, scritte da Bruno Damiani, lottano nel tentativo di avvicinare tematiche sociali, disimpegno e poesia ad una genuina spensieratezza sonora. La sua missione è quella di amalgamare testi e sonorità, di scovare armonie e ritornelli. Il collante che tiene assieme tutti questi elementi apparentemente inconciliabili è l’idea, il suono musicale della band e la sua personalità. I SupersantoS si autodefiniscono “avventurieri della musica”: la lunga gavetta ha permesso alla band di esibirsi nelle situazioni più diverse, dai locali alle manifestazioni di tutta Italia, di vincere premi e ricevere riconoscimenti. La forte attitudine comunicativa della band si tramuta in spettacoli solari, in una miscela di ritmo ed ironia con un’ottima risposta di pubblico. Nel 2009, dopo diverse demo, la band pubblica il proprio primo album “Arlecchino cinema” (Adesiva Discografica/Edel), con la produzione artistica di Paolo Iafelice. Nel 2011 la band realizza il singolo “Radio, radio, radio”, ancora una volta registrato, mixato e prodotto da Paolo Iafelice. Nel 2012 il brano inedito “Io, la frikkettona e il rakkettone”, registrato presso gli studi “Giardini Sonori” di Piacenza con la produzione artistica di Cristiano Sanzeri, viene inserito nella compilation “Emilia Romagna Indies – M.E.I. 2012”. Nel giugno 2012 sarà pubblicato il secondo album “L’abominevole uomo delle fogne” (Adesiva Discografica), ancora una volta prodotto da Paolo La Felice e promosso in collaborazione con Puglia Sounds-TPP.

Bruno Damiani - voce e chitarra
Gigio - fisarmonica e tastiera
Andrea Guerrini - basso
Francesco Quero - batteria
Gianluca Sia - sax e mandolino
Liù Fornara - cori;

http://www.etniasupersantos.com
http://www.myspace.com/etniasupersantos

MERYXM ?!?!

Un appuntamento in più infrasettimanale, una serata più lenta rispetto alle altre, più comoda, per ascoltare senza fretta i suoni e le tematiche proposte.

Si svolgerà in sala grande, la cucina da aperitivo/cena e qualche tipo di vino e birra in più rispetto al solito.

Su RADIO TRANSIZIONEDIFASE e BANDARADIO AUDIO DISPONIBILI

Vieni a veder le foto! FOTO FOTO FOTO FOTO FOTO!! Clikka QUI!!! qui!

Naturalmente l’organizzazione è aperta, per chi vuole proporre qualche data e partecipare attivamente può trovarci il mercoledì dalle 18:30 alle 19:30, oppure scrivere a: meryxm @ indivia . net

Per i musicisti: si è scelto di far suonare gruppi strumentali di generi insoliti. Musicalmente libertà assoluta, tranne: reggae, pop, punk-hard-core, tekno, punk-rock, ..etc..
Ovvero tutti quei generi che sono già largamente diffusi e/o magari già occupano i nostri sabato sera.

l’Xm24 è un centro sociale, quindi questa iniziativa è ad ingresso gratuito e il gruppo MeryXm (baristi, cuochi, fonici e organizzatori in genere) per scelta non è pagato. Chi viene a mettere i propri contenuti o nella prima parte o nella seconda è rimborsato delle spese di viaggio ed ha offerta una buona cena.

Clikka qui per le Registrazioni audio delle serate!


calendario

14 Sep, 18:00 - XM24: survival and inspiration against all odds
18 Sep, 22:00 - UP THE PUNX

Atom Feed

RICERCA: