Mercoledì Merynfresco: presentazione di RUGGINE 5, rivista autoprodotta di letteratura fantastica, fantascienza e steampunk

2013/06/26 alle 20:00

al fresco dell'orto di Xm24...


dalle 20:00
aperitivo con i vini di GustoNudo-Vignaioli Eretici
www.gustonudo.net



e dimostrazione BIO-MUSICALE di un Maqui Maqui (derivato dal più noto makeymakey)

 

dalle 21:00
cena popolare

 

Ore 21:00

 

Presentazione di Ruggine 5,

rivista autoprodotta di letteratura fantastica, fantascienza e steampunk.

Letture musicate, reading con contrabbasso e proiezioni a vapore.

 

Interverranno i curatori.

 

Gentil dame e gentil signori,
il sesto numero di Ruggine (il 5) e’ uscito!
Per una serie di fortunate coincidenze, diversi autori si sono ritrovati a parlare di tecnica e luddismo. Quando poi ci e’ arrivata la bellissima copertina di Rocco Lombardi, abbiamo compreso di essere al centro di un chiaro intrigo del destino e abbiamo deciso di assecondare tale intrigo cogliendo l’occasione per sviscerare cosa ne pensiamo noi dei rumori luddisti.
Siamo particolarmente emozionati di ospitare due cosette che arrivano dalla comunità acara italiana: il racconto della nascita di Diskofrigido e il progetto Maqui Maqui.
E poi.. e poi vi racconteremo dell’acciaierie dell’Ilva per come le vediamo noi, di una strana lavatrice nichilista, di un movimento di volatili infidi, di una camera con una brutta vista, del proseguimento della saga di Umberto e Raul, bizzarre guide di una Torino ottocentesca..


Chi è “Collane di ruggine”


La ruggine ha un colore caratteristico, alcuni tramonti sono del colore della ruggine. La ruggine forse sarà anche quello che ritroveremo al tramonto della nostra civiltà di macchine. Non è detto che il mondo sarà brutto color ruggine con una predominanza di verde, la vegetazione incolta penetrata ovunque. Ruggine e verde e silenzio. A parte il fatto che noi ci saremo spenti in qualche maniera atroce, non dovrebbe essere un brutto scenario. Ci ritroviamo quindi a scrivere ruggine perché questo è il futuro che immaginiamo. Perché la ruggine è quanto rende effimere le nostre sofisticate macchine.
Senza guanti e senza mascherina tagliamo e cuciamo, raccogliamo pezzi di ferro erosi e li incolliamo in uno strano pupazzo meccanico. Sporcarsi le mani di ruggine, imparare a conoscerne la composizione chimica forse non basterà a farci sopravvivere, ma almeno ci farà sentire meno inutili.
Le nostre pubblicazioni sono aperiodiche perché noi siamo discontinui, nessuno di noi è un professionista della scrittura e tutto ciò che leggete è rubato alla vita, al lavoro, al mondo tronfio che finirà in ruggine.

Non siamo una casa editrice né un progetto editoriale nel senso classico del termine, non ci interessa guadagnare un centesimo dalla pubblicazione di questi testi e non abbiamo scelto l’editoria come unico mezzo di espressione.
Siamo un’accozzaglia di intenti e progetti che hanno trovato una scusa per lavorare insieme.

Il principio che sta alla base di tutto é quello dell’autoproduzione, del Do It Yourself. Troviamo delle cose che ci piacciono e ci mettiamo in moto per farle conoscere, semplicemente. Si tratta di sporcarsi le mani, di mettere in gioco cervello sangue e cuore senza rimanere lontani ad osservare futuri disegnati da altri.

Tutto questo é facilitato dalla coproduzione, un metodo tutto interno al D.I.Y che si sta diffondendo specialmente negli ultimi anni e finora é rimasto legato quasi esclusivamente alle autoproduzioni musicali.
Prima un gruppo si affidava a un’etichetta che curava in toto pubblicazione, distribuzione e promozione del disco, da qualche anno invece si manda in giro il proprio lavoro e si chiede a chi lo apprezza di unire le forze per produrlo. É evidente che in questo modo sarà’ più’ facile trovare i soldi necessari, ma i vantaggi non sono solo economici. Nel tempo si é creata una rete molto fitta di persone e progetti, una community (si direbbe in altri ambiti) tenuta insieme dalla voglia di produrre e veicolare dei contenuti e dalla voglia di farlo da soli, senza il patrocinio o la supervisione di nessuno. Un disco prodotto così’ é un disco seguito e amato dall’inizio alla fine, un disco che già’ solo nella produzione é stato arricchito dalle energie di tutti quelli che lo hanno considerato interessante.

Ecco noi abbiamo voluto provare ad applicare questo metodo anche ai libri e non nascondiamo che il concetto che sta alla base vorremmo trovarlo in tutto quello che facciamo.

 

http://collanediruggine.noblogs.org


MERYXM ?!?!

Un appuntamento in più infrasettimanale, una serata più lenta rispetto alle altre, più comoda, per ascoltare senza fretta i suoni e le tematiche proposte.

Si svolgerà in sala grande, la cucina da aperitivo/cena e qualche tipo di vino e birra in più rispetto al solito.

Su RADIO TRANSIZIONEDIFASE e BANDARADIO AUDIO DISPONIBILI

Vieni a veder le foto! FOTO FOTO FOTO FOTO FOTO!! Clikka QUI!!! qui!

Naturalmente l’organizzazione è aperta, per chi vuole proporre qualche data e partecipare attivamente può trovarci il mercoledì dalle 18:30 alle 19:30, oppure scrivere a: meryxm @ indivia . net

Per i musicisti: si è scelto di far suonare gruppi strumentali di generi insoliti. Musicalmente libertà assoluta, tranne: reggae, pop, punk-hard-core, tekno, punk-rock, ..etc..
Ovvero tutti quei generi che sono già largamente diffusi e/o magari già occupano i nostri sabato sera.

l’Xm24 è un centro sociale, quindi questa iniziativa è ad ingresso gratuito e il gruppo MeryXm (baristi, cuochi, fonici e organizzatori in genere) per scelta non è pagato. Chi viene a mettere i propri contenuti o nella prima parte o nella seconda è rimborsato delle spese di viaggio ed ha offerta una buona cena.

Clikka qui per le Registrazioni audio delle serate!


Atom Feed

RICERCA: