10/06 gio. Frigotecniche

2005/09/28 alle 11:15

giovedì 6 ottobre 2005 :
frigotecniche e onde bastarde
presentano

SABOT

I Sabot (Christopher Rankin – basso, Hilary Binder – batteria) sono una delle realtà più durature e costanti nel panorama della musica indipendente internazionale.
In 17 anni di attività live hanno coperto gran parte dell’ Emisfero Nord, spingendosi fino in estremo Oriente ed Oceania, facendosi portavoce di un messaggio globale di autoproduzione ed
autodeterminazione della cultura, nei contenuti come nei mezzi di promozione della stessa.
Il loro quartier generale C.E.S.T.A., in Repubblica Ceca , ospita ogni anno artisti di tutto il mondo, incoraggiando l’incontro di culture lontane e la mescolanza delle tecniche e dei mezzi espressivi.

Nati nella scena punk della S.Francisco Bay Area di fine anni 80, i Sabot si sono subito proposti come duo basso/batteria da combattimento, mescolando il punk e l’hard core con le influenze, provenienti dalla formazione musicale di stampo classico, di generi più articolati quali Jazz e musica contemporanea. La
sinergia dei due strumenti mostra tutta la sua potenza scenica nei fluidi cambi di tempo, timbri e dinamiche, pur mantenendo nella varietà espressiva un fattore comune che li rende riconiscibili già all’attacco del primo pezzo.
Dal vivo esprimono a pieno l’esperienza accumulata negli anni di concerti in squat, locali, teatri, festival, proponendo il meglio del repertorio degli ultimi dieci anni; non risparmiano di certo fiato, né
tantomeno lo fanno risparmiare a chi assiste ad un loro live.
Quest’anno presentano il settimo album, dal titolo D.I.O. (Doing It Ourselves), ovviamente autoprodotto ed autodistribuito nei due mesi di tour europei.

Sabot sul Web
C.E.S.T.A.


calendario

31 Jul, 19:00 - Cena benefit per Gaza

Atom Feed

RICERCA: