» venerdì, 22/10/2021

L’INAUGURAZIONE DEL NULLA

Stamattina 26 aprile  abbiamo assistito all’ennesima buffonata del sindaco Merola, protagonista oggi di una triste passerella in quello che fu XM24. In compagnia del compare Alessandro Alberani (presidente di Acer, orgoglioso delle centinaia di sfratti di famiglie effettuati dalla sua azienda negli ultimi anni), del fido scudiero Daniele Ara (presidente del quartiere Bolognina, ossessionato da XM24 che non perde occasione di additare come responsabile di ogni problema) e del consigliere Claudio Mazzanti (il ras del quartiere, onnipresente e onnipotente) il Sindaco ha inaugurato il cantiere ACER aperto il 6 agosto 2019 in concomitanza con lo sgombero di XM24

In verità la festa era molto triste: la giunta Merola non aveva invitato nessuno a parte i giornalisti, una decina di tecnici, quattro operai e le forze dell’ordine presenti in gran numero con le camionette della celere, la digos, la polizia scientifica, la municipale. Le istituzioni di questa città, che si vantano di essere all’avanguardia quanto a processi decisionali inclusivi di partecipazione cittadina, hanno tenuto praticamente segreta la cerimonia d’inaugurazione per paura di subire contestazioni, perchè sanno fin troppo bene che quel cantiere sta aprendo sulle macerie di uno spazio che in città ancora tante rimpiangono, amano e continuano a difendere.

Appena ci è giunta voce dell’inaugurazione, incredule di non essere state avvertite abbiamo immediatamente indossato il vestito della festa, avvisato le amiche e siamo accorse in via Fioravanti 24 per partecipare alla cerimonia. Potevamo mancare proprio noi? E infatti non siamo mancate! E la nostra presenza numerosa, rumorosa e irriverente è stata la sola cosa reale e partecipata in questa cerimonia farsa militarizzata. Per questioni di ‘decoro’ – tema tanto caro al PD che in quanto ad anatemi e  politiche sulla sicurezza se la gioca parimenti con la Legala baraccopoli sorta lungo la recinzione a ridosso del parchetto era stata sgomberata per l’occasione mentre nel piazzale dell’ ex mercato ben ripulito e tirato a lucido era stata allestita una bacheca in legno su cui erano attaccati pochi piccoli fogli che mostravano il progetto del famoso co-housing.

La presentazione è durata giusto il tempo delle solite dichiarazioni di rito disturbate dal rumore della nostra rabbia nel vedere che il giorno dopo la festa di Liberazione dal nazi-fascismo, il PD e Acer sono venuti di nascosto in quartiere per esporre alle telecamere le macerie di XM24, un luogo che per 17 anni è stato un presidio di antifascismo e avamposto culturale contro razzismo e discriminazioni nel quartiere Bolognina.

Alberani ha avuto persino la sfrontatezza di dichiarare in conferenza stampa che è colpa dell’XM24 se lo stabile di via Fioravanti versa in pessime condizioni, quasi a voler giustificare l’enorme quantità di denaro pubblico che verrà sperperata per creare 11 alloggi in un edificio che dagli anni’30 ospitava un mercato ortofrutticolo e che certamente mal si presta ad essere riconvertito ad uso abitativo. Alberani mostra ancora una volta la sua ipocrisia: sappiamo bene che quando nel 2002 le persone che avrebbero creato XM24 entrarono in Via Fioravanti le condizioni dello spazio erano pessime e che per 17 anni abbiamo lavorato per l’autorecupero, la manutenzione e la cura di quegli spazi in maniera collettiva. Sappiamo anche che a compiere lo scempio e la devastazione attuale sono state le ruspe democratiche del PD che il 6 agosto del 2019, con ancora tante di noi asserragliate dentro a difesa dello spazio, hanno ridotto XM24 a un cumulo di macerie, distruzione proseguita poi dagli operai mandati da Acer che per giorni hanno divelto porte, distrutto i pavimenti ed estirpato la tettoia.

Contro gli scellerati piani di PD e ACER che vorrebbero trasformare Bologna in una città vetrina per turisti e la Bolognina nel nuovo centro della città a suon di speculazione edilizia e desertificazione sociale, reprimendo e lasciando inascoltata ogni forma di dissenso e critica, continueremo ad alzare le nostre voci e a mettere i nostri corpi in prima linea. Vogliamo una città e un futuro diversi da quelli che ci volete imporre e non smetteremo di sognare, resistere, lottare. Siamo sempre qua!

 

XM24

Check Also

La Terra di Nessuno è anche NOSTRA!

Abbiamo appreso con rabbia e sgomento dello sgombero vergognoso del CSOA Terra di Nessuno di …