Per il fratello Brad Will - e per i morti di Oaxaca

2006/11/05 alle 20:03

FLAVIO SOSA LIBERO !!


5/12/06 – arrestato
uno dei leader della rivolta di Oaxaca mentre stava per riavviare le trattative col governo

Per il fratello Brad Will


iniziativa locale

info sulla situazione a Oaxaca

Oaxaca.Mexico
October 27.2006

Tra barricate
E moltitudini
Per quattro interminabili mesi
Urla
E grida
Que te vas Ulises!
Que te vas Ulises!
Una mattina tragica
D’ottobre
tra basse case bianche
E strade avvolte nel fumo della battaglia
Tra incomprensibili palalabras
di giovani forme di vita nascenti
che avanzano ed indietreggiano
al ritmo della vita e della morte
tra una serie di spari
in sequenze ravvicinate
tra fuochi vivi sprigionati da bottiglie di futuro d’uguali
Contro passate presenti disperate disuguaglianze
Urla e canti d’infinito
di comuni singolari
esseri umani
colorati e mascherati
tra spari sicari e paramilitari
dell’odiato governatore Ulises Ruiz Ortiz dell’Oaxaca
d’improvviso
uno sparo secco
il buio sullo schermo
ed un piano visuale che ruota caoticamente
per riposare su un lato capovolto
buchi neri e grigi
spari disparati
urla crescono confuse
intenso dolore
silenzio
la tela sensibile s’impressiona
di rosso si tinge il nero vestito
dell’indyos mediattivsta newjorkese
là per terra deposto e ricomposto con amore
svestito e vegliato dagli sguardi rabbiosi increduli e feriti
dei suoi fratelli e delle sue sorelle
della strada dura e amara come la cioccolata d’Oaxaca
la libertad e la dignitad
con una ferita sanguinante al petto
come quei poveri cristi
servi della gleba
ritratti dal crudo tratto del Caravaggio

“Quanto persone devono ancora morire come questo?
Oggi

Brad Will in Oaxaca.
Domani
qualche altro in un’altra parte del mondo”

pino de march –poetic-attivista


Atom Feed

RICERCA: