<center>giovedi 21 giugno - ore 19,00: Presidio Antifascista sotto le due torri - ore 21,00: Corteo da Piazza Ravegnana fino all'Archiginnasio</center>

2007/06/18 alle 19:33

A tutte le forze democratiche, a tutte le reti e ai/lle singoli/e cittadini/e:

Giovedì 21 dalle 21.30 in poi i fascisti di Forza Nuova hanno annunciato la loro presenza a Bologna. La loro intenzione è quella di fare una fiaccolata da piazza San Domenico a piazza Galvani con al termine un comizio che vedrà la partecipazione di Roberto Fiore. Chiuderebbe il tutto un concerto del gruppo nazista Legittima Offesa. Scopo dichiarato dell’evento è l’ostilità alla costruzione di una moschea in città.
La loro contrarietà alla moschea è un chiaro pretesto.
Forza Nuova è portatrice di una cultura xenofoba e maschilista, omofoba e clericale, legata alle gerarchie più oltranziste e reazionarie della Chiesa, non combatte certo per una società dove il confronto fra le culture e le religioni sia possibile ed ognuno possa affrontare le questioni della convivenza e del rispetto tra comunita’.
E’ inaccettabile che chi come Forza Nuova si considera erede nostalgica dell’esperienza del ventennio nero possa attraversarne piazze di una città in cui i partigiani e le popolazioni civili hanno versato sangue per la liberazione dal nazifascismo. Ogni giorno violenze fisiche, intimidazioni e minacce e aggressioni vengono commesse verso qualsiasi tipo di diversità sociale, “etnica”, culturale e sessuale.
Il modo in cui il gay pride è stato “accolto” dai fascisti è un chiaro segnale. “Via i froci da Roma” è il manifesto firmato da FN che affisso nelle strade della capitale, legittima aggressioni e violenze. (e molte sono state le voci tra cui quella del sindaco Veltroni che ne hanno condannato la bestialita’).
Proprio ieri all’interporto di Bologna è morto sul lavoro un lavoratore migrante, vittima dello sfruttamento e non certo protagonista di un’invasione della “terra patria”.
Chi governa e controlla questa città non dovrebbe permettere questa vergogna e sappia che la Bologna democratica ed antifascista sarà in piazza con tutta la ricchezza della diversità culturale di cui è composta Bologna, tutta la forza dell’alternativa che l’organizzazione sociale produce ogni giorno lottando per la democrazia, il confronto e la pacifica convivenza tra “diversi”.

QUEL GIORNO NON LASCIAMO BOLOGNA IN MANO AI FASCISTI.
Appuntamento a piazza Ravegnana (sotto le due torri) giovedì 21 alle ore 19


Atom Feed

RICERCA: