11/15 gio infoshock <br> LA STORIA SIAMO NOI</br>

2007/11/10 alle 11:25

INFOSHOCK

LA STORIA SIAMO NOI
UN APPELLO ALLA MOBILITAZIONE DI TUTTI PER IL 17 NOVEMBRE

“la storia siamo noi” non è uno slogan. E’ un approccio preciso: da un lato la storia sociale, dall’altro la storia del potere.
Chi lo ha contato in questi anni lo ha fatto con l’istinto di chi sa di aver vissuto un pezzo importante della storia, ufficioso o ufficiale che sia. Lo ha fatto pensando a Genova 2001. Con ogni mezzo necessario.
Dal 21 luglio 2001 in poi la giustizia e la politica hanno cominciato la revisione della storia che ognuno di noi ha vissuto sulla sua pelle: coloro che si sono ribellati a una certa visione del mondo sono diventati terroristi; coloro che hanno seminato il panico nelle strade di Genova sono diventati i paladini dell’ordine e della giustizia.
Per 6 lunghi anni tutto questo è serpeggiato nelle aule di tribunale, mentre la nostra voce collettiva si affievoliva, con un processo di rimozione collettiva che ha fatto sì che in molti dimenticassero che Genova non è stata solo il terrore in divisa, ma anche è soprattutto la forza l’energia di centinaia di migliaia di persone che almeno per pochi giorni hanno pensato che il mondo potesse essere diverso da come ce lo hanno sempre raccontato e rappresentato.
Le requisitorie dei pm Anna Canepa e Andrea Canciani nel processo che vede imputate 25 persone per devastazione e saccheggio, hanno completato l’operazione di revisione della storia che è cominciata il giorno dopo le mobilitazioni contro il G8 del 2001 e si sono concluse con la richiesta di 225 anni di carcere.
Pensiamo che sia arrivato il momento di prendere di nuovo la parola, di gridare con forza che gli eventi del luglio 2001 appartengono a tutti noi, di mobilitarsi in massa e con inteligenza per far si che 25 persone non paghino per qualcosa di cui siamo stati protagonisti tutti, nessuno escluso.
Vorremmo che tutti rilanciassero questo appello senza firme, senza identità, senza se senza ma, perchè Genova non è finita, è ancora qui, oggi, e riguarda tutti e tutti se ne devono fare carico, senza esclusioni.

ordine pubblico


Atom Feed

RICERCA: