12/08 sab proiezioni<br>VISIONI DA UN CONTINENTE<BR>

2007/11/27 alle 13:35

– VISIONI DA UN CONTINENTE –
rassegna di films e documentari in occasione del ventennale dell’assassinio di Thomas Sankara (15/10/1987)


sabato 8 dicembre 2007 – ore 21,00

LO SGUARDO ESOTICO-OCCIDENTALE SUL CONGO:

CONGO: THE RIVER THAT SWALLOWS ALL RIVERS
Brian Leith – doc 54’ – v.or.inglese
Il Congo era considerato nel secolo scorso la “tomba dell’uomo bianco”, il “cuore di tenebra” di J.Conrad, un “paese selvaggio che parla di incubi e di morte violenta”.
I mercanti rimanevano sulle coste perché la foresta pluviale era troppo fitta e impenetrabile, e correvano voci che fosse piena di malattie mortali e feroci cannibali.
I nomi dati dai colonizzatori alle coste dell’Africa occidentale ne narrano il sanguinoso passato: Costa d’Avorio, Costa degli Schiavi (oggi Benin), Costa d’Oro (oggi Ghana).
Anche oggi purtroppo il Congo è un luogo di stragi, per le diverse guerre civili succedutesi, e la foresta è ancora talmente densa da rendere impraticabili le comunicazioni da una zona all’altra del paese. La fauna che nasconde è però ancora ricchissima di specie, tra cui molti primati ed elefanti. Il Bacino del Congo è il secondo bacino fluviale più grande al mondo, gemello del Rio delle Amazzoni, ed è definito dai nativi “il fiume che inghiotte tutti i fiumi”.
Questo documentario realizzato nell’arco di tre anni, mostra gli angoli piu’ remoti del Congo, scoprendo una terra di straordinarie sorprese. Dalla sorgente del fiume nel nord Zambia con le sue montagne innevate, alle paludi del Bangweulu, dove trovò la morte David Livingstone nel 1873 mentre cercava le sorgenti del Nilo. Più a valle, nell’est del Congo, il fiume si allarga, ed è chiamato Lualaba: riceve le acque dal profondo Lago Tanganyika. Il fiume Congo è talmente largo che è impossibile per gli animali passarlo a guado: sul lato nord sono stanziali gli scimpanzè, sul lato sud vivono i bonobo. L’oceano Atlantico conclude il corso del Congo nel suo lussureggiante delta.
Rimaniamo in attesa di poter vedere (e proiettare) l’ottimo documentario di Thierry Michel del 2005 CONGO RIVER – AU DELA’ DES TENEBRES


ore 22,00

HEART OF DARKNESS

Nicolas Roeg – USA 1994 – 100’ – vers.italiana
Tratto dal romanzo omonimo del 1902 di Joseph Conrad:
la raffigurazione degli abissi d’atrocità di cui è stata capace la rapacità coloniale europea, e lo sguardo occidentale carico di esotico su un paese allora misterioso, sconosciuto e pieno d’insidie.
Su incarico di una compagnia di traffici belga, il capitano Marlowe risale il fiume Congo per arrivare fino alla Stazione Interna, quella gestita dal leggendario Kurtz come ultimo isolato avamposto. Le ultime notizie su questo personaggio sono vaghe, frammentarie e inquietanti. Forse nasconde grandi quantitativi d’avorio, forse è impazzito, o forse è morto. Questo è il film che Orson Welles avrebbe voluto fare, e che invece girò Coppola chiamandolo “Apocalypse now”. Nicolas Roeg lo adatta per la Tv correttamente, ma senza grandi voli, anche se il cast era promettente (tra gli attori: Tim Roth, Isaac De Bankole, John Malkovich).





selezioni e proiezioni a cura di Venerdicinema
programma completo alla pagina Visioni da un continente


Atom Feed

RICERCA: