14 GIUGNO MODENA: MATERIALI

2008/06/12 alle 11:51

CORTEO 14 giugno
ore 15 Piazzale S. Agostino.

Tutto confermato per il Corteo di sabato 14 giugno.
Durante il Corteo parlerà un militante No Tav della Val di Susa e Chris Capps disertore dell’esercito americano che parlerà contro le guerre per il controllo del petrolio e dell’acqua.
Ci saranno 4 carri pieni di striscioni e di musica.
Invitiamo tutti i Comitati che sono attivi in lotte ambientali e di tutela del territorio contro le varie speculazioni a partecipare al Corteo, per loro è prevista la parte iniziale del Corteo.
C’è la possibilità per ogni comitato o cittadino di portare striscioni e cartelli, fare interventi col microfono e volantinare ciò che ritengono utile alle loro lotte.
Sarà una lotta contro la Tumor Valley e la Motor Valley, che sono entrambe risultato di un progresso suicida.
Ribadiamo quindi un no all’autodromo, all’inceneritore, a nuove autostrade, ad impianti di stoccaggio che non danno nessuna sicurezza e a qualsiasi tipo di depredazione del territorio, e diciamo un forte si alla decrescita ad un futuro che tuteli le acque, che tuteli l’ambiente e che la smetta di inseguire un futuro di morte legato alla velocità, alla super produzione ed all’inquinamento.
Nella parte centrale del Corteo ci sarà la parte legata alla socialità ed alla creatività, momenti importanti della vita dello spazio sociale Libera.
Nella parte finale del Corteo ci sarà lo spezzone che lotta per aprire spazi di socialità autogestita e che lotta contro gli sgomberi.

l volantino che verrà distribuito durante il Corteo

Il CORTEO del 14 giugno è in difesa dell’Ambiente e di LIBERA.
Sitta, dichiara: ”Modena è vittima di una minoranza di fanatici ambientalisti. Ma con me hanno vita dura”.
Ci danno dei fanatici perché da 5 anni stiamo cercando di impedire l’esproprio di un terreno di proprietà collettiva, sotto al quale si trovano le falde acquifere della città,
che l’Assessore vorrebbe regalare a una società privata, Vintage srl, per costruirci un autodromo.

Quell’area è dei modenesi: va rinaturalizzata e resa fruibile a tutti, non cementificata. Abbiamo bisogno di boschi, non di autodromi.

Fanatico è l’affarismo che pervade questa società e che non ha rispetto di niente e nessuno. E’ la motor valley che deve essere sgomberata.

L’Autogestione e la lotta dal basso vengono vissute dai politici e dagli affaristi come nemiche, e giustamente, diciamo noi.
Il Corteo del 14 è l’affermazione che esiste un’altra città, un altro modo di vivere con la natura e altri rapporti umani, non basati sullo sfruttamento e la mercificazione ma liberi e solidali.
No allo Sgombero di Libera.
No alle Devastazioni Ambientali.
No all’Autodromo di Marzaglia.


Atom Feed

RICERCA: