25 aprile

2005/04/13 alle 16:56

23-24-25-26 APRILE 2005
GIORNATE SULLA RESISTENZA DI IERI E DI OGGI
PRESSO EX-MERCATO VIA FIORAVANTI 24 – BOLOGNA

…In un Paese in cui :

  • la maggioranza di governo intende attribuire la qualifica di “militari belligeranti” alle bande armate della Repubblica di Salò,
    equiparando di fatto chi ha combattuto per riportare in Italia la libertà e la democrazia a chi stava con i nazisti;
  • con il provvedimento “Salva-Previti” potrebbero scattare i termini della prescrizione per i responsabili di alcuni dei peggiori crimini commessi dai nazifascisti in Italia. E potrebbero saltare una trentina di processi istruiti o in via di istruzione a carico di numerosi criminali di guerra responsabili tra gli altri delle stragi di Marzabotto e Sant’Anna di Stazzema,
  • gravi atti di vandalismo neo-nazista colpiscono l’ex campo di Fossoli e la sede dell’ANPI di Carpi (MO),
  • un sindaco di una città italiana (Catania) intende intitolare una strada a Giorgio Almirante, fascista convinto, collaboratore della rivista antisemita La difesa della razza, capo di gabinetto del ministro della Cultura Popolare della RSI e processato nel dopoguerra per avere firmato l’ordine di fucilazione di partigiani (potremmo continuare ripercorrendo il suo lungo curriculum vitae),
  • la maggioranza di centro-destra ha bocciato al Senato il 19 maggio 2004 lo stanziamento di 3 milioni di euro per le celebrazioni del 60° della Resistenza e della Liberazione, e dichiara periodicamente che è tempo di finirla col 25 aprile e con l’antifascismo,
  • Forza Nuova, formazione neofascista che si è distinta negli anni per battaglie contro aborto e diritti delle donne, omosessuali, comunisti e immigrazione (trovando spesso appoggio in partiti come F.I., A.N. e soprattutto Lega), ha piena agibilità politica in tutte le città,
  • centri sociali autogestiti (a Milano, Brescia, Bergamo, Vigevano…) vengono dati alle fiamme da gruppi neonazisti, e si susseguono sempre più frequenti le aggressioni fisiche;

Questi, e tanti altri fatti accaduti negli ultimi mesi, ci inducono a riflettere sull’attualità ancora oggi di un discorso e di una pratica antifascista che devono vivere nei territori e nelle strade della nostra città. Siamo pertanto a proporre che il 25 Aprile 2005 rappresenti nel quartiere e in città un momento collettivo di riflessione sul riemergere di inquietanti segnali provenienti dal mondo della vecchia e nuova destra. Al contempo ci interessa capire come declinare nel presente la memoria storica di un quartiere (la Bolognina) che ha fatto dell’antifascismo un proprio valore e una propria pratica, valori e pratiche che ci interessa far vivere all’interno di un contesto storico-sociale almeno in parte altro rispetto a quello che li aveva prodotti.

XM24 in questi mesi ha organizzato momenti pubblici di conoscenza e confronto, ha proposto e contribuito alla realizzazione di un sito web di informazione (www.ecn.org/antifa) e di una mailing list di coordinamento cui partecipano diverse realtà antifasciste di Bologna e non solo, ha partecipato a diversi momenti di mobilitazione, ma oggi avvertiamo l’urgenza di un ulteriore passo in avanti: far vivere nel quotidiano del territorio del quartiere pratiche e discorsi antifascisti che siano in grado di contrastare le forme vecchie e nuove che assume la destra nel sociale. Dal nostro punto di vista, l’impegno antifascista si declina oggi non solo nella denuncia dei rigurgiti neo-fascisti, ma anche in un’azione che miri a contrastare fenomeni di etnocentrismo e razzismo che rischiano di diventare endemici ed assumere le forme dell’aggressione, della segregazione, del rifiuto, producendo e riproducendo dominazione. La denuncia di quanto
quotidianamente accade, ma soprattutto la presa di parola politica
dei migranti, e più in generale dei soggetti sociali, il loro protagonismo, costituisce una delle risposte, in grado di rovesciare
pericolose derive.

*..:::PROGRAMMA DELLE 4 GIORNATE:::..*

[SABATO] [DOMENICA] [LUNEDI] [MARTEDI]


calendario

03 Aug, 22:42 - EMERGENZA GAZA

Atom Feed

RICERCA: