“Su la testa!”, un nuovo primo marzo dei migranti

2014/03/01 alle 15:00

Contro il “legame tra lavoro e permesso di soggiorno”, per “la chiusura di tutti i Cie, la cittadinanza dei nati e cresciuti in Italia, una legge sul diritto d’asilo, l’accesso universale a sanità e istruzione”.

Su la testa! Il primo marzo dei migranti è un’occasione per tutti

Il prossimo primo marzo torneremo in piazza. Lo facciamo dopo la tragedia politica del 3 ottobre 2013, quando la morte di centinaia di uomini, donne e bambini nel mare di Lampedusa ha reso evidente la spietatezza del regime europeo dei confini. Lo facciamo dopo la cosiddetta «emergenza profughi», che ha dimostrato che ogni regime «di emergenza» serve a costringere a una «normale» subordinazione e al silenzio chi cerca una vita migliore. Lo facciamo sapendo che i migranti non devono essere considerati solo come vittime che muoiono in mare o alle quali dare assistenza, ma sono una parte delle nostre società capace di lottare in solidarietà, prendendo possesso della loro vita, reinventando la democrazia. In Europa, in Italia e in particolare a Bologna i migranti hanno lottato con determinazione: per noi antirazzismo significa lottare con loro per affermare la possibilità di vivere, studiare, lavorare e muoversi in Europa come nel resto del mondo.

Questa lotta è oggi tanto più urgente quanto più l’austerità intensifica la precarietà e il razzismo istituzionale. La crisi economica e la sua gestione politica, a livello europeo e nazionale, hanno determinato l’impoverimento del lavoro, la riduzione del reddito, difficoltà abitative per tutti. Per i migranti, la crisi ha però aumentato le possibilità di perdere il permesso di soggiorno, essere rinchiusi nei CIE, perdere i contributi versati in anni di lavoro, scontrarsi mortalmente con il regime dei confini. Il recente referendum svizzero e il crescente razzismo inter-europeo sono effetti di queste politiche e del razzismo istituzionale che le sostiene. Si tratta di meccanismi di discriminazione e dispositivi di sfruttamento che non colpiscono solo i migranti, ma coinvolgono fasce sociali sempre più ampie e puntano a restringere ulteriormente l’accesso a reddito e diritti.

Il primo marzo del 2010, a Bologna e molte altre città d’Italia, centinaia di lavoratori e lavoratrici, migranti e italiani, hanno scioperato contro la legge Bossi-Fini. Lo hanno fatto nonostante l’opposizione di chi ha sostenuto che lo sciopero dei migranti è uno «sciopero etnico» e che oggi si schiera ancora dalla parte dei padroni. Questa lotta è andata avanti: con la battaglia ancora aperta dei lavoratori della Granarolo, con gli scioperi nei magazzini della logistica contro il sistema di sfruttamento delle cooperative, i migranti hanno dimostrato che il ricatto del permesso di soggiorno e del salario e la complicità delle istituzioni con il sistema che li sfrutta non sono sufficienti a fermarli. Dai posti di lavoro alle piazze i migranti hanno detto no alla precarietà dell’esistenza alimentata dal razzismo istituzionale: hanno rifiutato le discriminazioni nell’accesso alla salute, si sono opposti ai respingimenti scolastici e alle classi separate, hanno preteso il loro diritto d’asilo. Dai posti di lavoro alle piazze il primo marzo i migranti ripeteranno a gran voce che nessun CIE dovrà essere riaperto in Emilia Romagna e che tutti i centri di detenzione – a partire da quello di Ponte Galeria – devono essere chiusi per sempre.

Ostinatamente, in questi anni, migranti e italiani, precarie e operai, hanno realizzato pratiche di lotta che mandano un messaggio chiaro a tutti: alzare la testa contro sfruttamento, precarietà e razzismo istituzionale è necessario, alzare la testa è possibile! Il primo marzo tutte le realtà di Bologna e provincia sono invitate a raccogliere questo messaggio: per reinventare la solidarietà, per il diritto ad una vita degna per tutti/e, per stare dalla parte dei migranti senza ambiguità, dando spazio e visibilità alle loro lotte e alle loro rivendicazioni.

PRIMO MARZO 2014 – ORE 15.00

Piazza dell’Unità – Bologna

- per la rottura del legame tra contratto di lavoro e permesso di soggiorno

- per la chiusura definitiva di tutti i centri di identificazione ed espulsione

- per la cittadinanza per tutti i figli e le figlie dei migranti nati e cresciuti in Italia

- per una legge sul diritto d’asilo che tuteli realmente richiedenti e rifugiati

- per un accesso universale alle cure sanitarie e all’istruzione

CONTRO IL RAZZISMO ISTITUZIONALE CHE ALIMENTA SFRUTTAMENTO E PRECARIETÀ, SU LA TESTA!

Adl-Cobas Emilia Romagna; Associazione lavoratori Marocchini – Bologna; Associazione Progré; Associazione Senegalese Cheikh Anta Diop – Bologna; Comunità pachistana – Bologna; Confederazione Cobas; ∫connessioni precarie; Coordinamento Migranti; Làbas occupato; Laboratorio OnTheMove; Rivolta il debito – Communia Network; Seminaria; SIM – Scuola di italiano con migranti Xm24; Spazio pubblico Autogestito Xm24; Sportello Legale XM24; Cs TPO; USI – lavoratrici e lavoratori anarchici; Vag61; Bartleby; Associazione donne senegalesi; Rsu Fiom Ducati Motors; Lavoro Insubordinato; F.A.C.K.; Associazione Aprimondo; Casa Bettola – Reggio Emilia; Associazione Città Migrante – Reggio Emilia; Laboratorio Aq16 – Reggio Emilia

> Per adesioni: primomarzobo2014@gmail.com

Coordinamento Migranti


Vi osserviamo! E’ operativo a Bologna l’Osservatorio contro i respingimenti scolastici

2014/02/28 alle 10:59

 image001

Dopo il caso del ragazzo bengalese respinto al momento di iscriversi a scuola, nasce a Bologna l’Osservatorio contro i respingimenti scolastici, ‎di cui riportiamo il volantino di presentazione. L’osservatorio mette a disposizione un numero di telefono al quale inviare segnalazioni e notizie utili per monitorare la situazione relativa ai respingimenti scolastici. L’osservatorio scenderà in piazza il prossimo Primo Marzo alla manifestazione dei e delle migranti per dare visibilità alla questione dei respingimenti. Questa é infatti un’altra espressione del razzismo istituzionale di cui sono vittime i migranti in questo Paese e contro cui prenderanno parola il Primo Marzo.

VI OSSERVIAMO! NO AI RESPINGIMENTI SCOLASTICI

A dicembre il caso di un ragazzo bengalese che è stato rifiutato dalla scuola alla quale aveva chiesto di iscriversi ha attirato l’attenzione dei media. In seguito alla denuncia della Scuola di Italiano con Migranti di XM24 è stato subito trovato un posto per lo studente, che per ben otto mesi ha subito una grave lesione del suo diritto all’istruzione, pur sancito dalla Costituzione. Il 3 febbraio, giorno dell’apertura delle prescrizioni, abbiamo convocato una conferenza stampa affermando che quello denunciato non è un caso isolato, ma una situazione sempre più diffusa ed allarmante: siamo davanti ad un altro esempio di razzismo istituzionale che colpisce i migranti in questo Paese.

Abbiamo deciso perciò di aprire un Osservatorio contro i respingimenti scolastici, per raccogliere tutti i casi di respingimenti scolastici e denunciarli pubblicamente. La lesione del diritto all’istruzione, che ormai troppo spesso coinvolge i figli dei migranti, è una pratica chiaramente discriminatoria: i responsabili sono perseguibili legalmente e chi subisce un danno può esigere un risarcimento.

La scuola destinataria dell’iscrizione è infatti tenuta a procedere all’accettazione della stessa ovvero smistare la domanda ad altro istituto laddove non abbia modo di accogliere la domanda, ma sempre nel rispetto delle preferenze indicate dalla famiglia al momento di iscrizione del proprio figlio. In ogni caso le scuole e l’ufficio scolastico devono formalmente farsi carico di tutti gli alunni in egual modo e provvedere efficacemente al loro inserimento scolastico.

Nel caso capiti anche a tuo figlio di essere respinto dalla scuola, fai una segnalazione e rivolgiti agli avvocati dell’osservatorio contro i respingimenti scolastici di Bologna.

Come studenti, genitori, insegnanti e personale amministrativo delle scuole vigileremo sui casi di respingimento scolastico,  e sulle prassi che vedono la creazione di classi ghetto.

Per noi si tratta di evidente razzismo istituzionale che, sommato alle carenze strutturali di risorse destinate alla scuola pubblica, impone di attivarsi e denunciare i responsabili!

Osservatorio contro i respingimenti scolastici

Tel. 3396574312

Coordinamento Migranti


MOVE PARTY in Piazza dell'Unità

2013/06/16 alle 12:00

* SECONDO EVENTO IN PROGRAMMA : #MOVE PARTY *
Meglio IUS SOLI che male accompagnati! - Domenica 16 Giugno - Piazza dell'Unità

< < BOLOGNINA BLOCK PARTY > >
dalle 12:00 in poi torneo di street basket "SCHIACCIA IL RAZZISMO 5a EDIZIONE"
15:30 live The BellRingers
dalle 17:00 alle 22:00 DJ SET con Dj Lugi e Dj Dima - Open mic con tanti tanti ospiti.

Presentazione del nuovo disco di On The Move "CRISI". Questo disco è stato prodotto in collaborazione con C.R.I.S.I. (COMUNE DI RICERCA PER L’IMMAGINAZIONE SOCIALE INCLUSIVA) progetto coordinato dal gruppo Etcetera, per il Premio Internazionale di Arte Partecipativa.

Giornata dentro la campagna in sostegno di Xm24

http://ilovexm24.indivia.net/



Coordinamento Migranti


Coordinamento Migranti

2011/04/27 alle 23:07

Assemblea mercoledì h.19,30

Per il protagonismo dei e delle migranti
Per l’abolizione del legame tra permesso di soggiorno e lavoro
Per la libertà di movimento e il diritto di restare e per la chiusura dei CPT dentro e fuori l’Europa

Informazioni e Contatti
Telefono: 327-57-82-056
E-mail: coo.migra.bo AT gmail.com

Visita il nostro sito: http://coordinamentomigranti.org/

Coordinamento Migranti


7 June 2014 Serata benefit On The Move

10 April 2014 Cena popolare e presentazione di "Dove sono i nostri. Lavoro, classe e movimenti nell’Italia della crisi"

1 March 2014 Primo marzo dei/delle migranti: Bologna h.15, piazza dell'Unità

8 February 2014 Il Turco & Dj Fester + Claver Gold - On The Move

9 November 2013 Canto sociale e BRAIN presenta BRAINSTORM II

16 June 2013 MOVE PARTY in Piazza dell'Unità

20 April 2013 On The Move presenta: ESA + Jack Makkia + Moder & Sottovalutati Army + Sphera

23 March 2013 KMAIUSCOLA (Delli presenta l'EP "operaperta"), RAMTZU & BOOMBUZ live ON THE MOVE

23 March 2013 Manifestazione generale dei migranti e delle migranti

17 February 2013 Assemblea generale dei/delle migranti

17 November 2012 ON THE MOVE presenta BRAIN - "Giusto nel tempo di un tape"

2 June 2012 sab. dalle 22.30 ON THE MOVE presenta SPECTA MAURY B FUOCO NEGLI OCCHI live

5 May 2012 sab. dalle 22 Presentazione Ufficiale TARASSACO*PISCIALETTO by ON THE MOVE + dj set CANAPISA REGGAE

31 March 2012 sab. dalle 21 ON THE MOVE presenta JAM CULTURE 1.0

13 October 2011 gio. h.21 SP alla quindicesima potenza: lo sciopero precario il 15 ottobre

24 June 2011 ven. h.22 ON THE MOVE presenta concerto hiphop: La Kattiveria. C.U.B.A Cabbal, Chiodo (FNO) feat. ClaverGold

19 June 2011 dom. dalle 18 alle 23 GIORNATE PER LA LIBERTA' E I DIRITTI DEI MIGRANTI

18 June 2011 sab. dalle 18 alle 23 GIORNATE PER LA LIBERTA' E I DIRITTI DEI MIGRANTI

28 February 2011 PRIMO MARZO SCIOPERO DEL LAVORO MIGRANTE

9 November 2010 Manifestazione 13 novembre

9 November 2010 11/12 h.22 festa Coordinamento Migranti

13 May 2010 Verso la Quinta Giornata dei Migranti - Il 15 e 16 maggio 2010 migranti e italiani faranno festa!

12 May 2010 05/15 e 16 QUINTA GIORNATA DEI MIGRANTI

19 February 2010 Teatro – Madama CIE – rievocazioni estemporanee di una divisa scoppiata

6 September 2009 10/04 dom IL SILENZIO NON PAGA! H.15

19 May 2009 05/23 manifestazione migranti a Milano

1 April 2009 04/19 dom Giornata dei Migranti

16 March 2009 Martedi' 17 marzo NOI NON SEGNALIAMO

30 November 2008 12/06 sab Assemblea provinciale del lavoro migrante

2 July 2008 materiali manifestazione 5 luglio

2 July 2008 sabato 5 luglio: manifestazione dei migranti

13 May 2008 05/15 gio Cool_in_Aria

9 April 2008 05/01 maggio MILANO MAY DAY CON I MIGRANTI

9 April 2008 20 aprile i Migranti in piazza dell'unita

23 March 2008 04/20 dom Festa dei migranti in Piazza dell'Unita'

26 October 2007 27/10 - manifestazione nazionale migranti a Brescia

16 October 2007 10/18 gio "Mamadou va a morire. La strage di clandestini nel mediterraneo"

2 July 2007 07/07/07 sabato Manifestazione dei migranti

2 July 2007 07/07 sabato Manifestazione dei migranti

28 May 2007 06/17 dom Assemblea migranti

22 April 2007 22 aprile 2007: GIORNATA DEI MIGRANTI Piazza Unità

8 April 2007 05/04 ven 4 maggio 2007<br>Coordinamento Migranti e Teatri OFFesi presentano<br>

7 March 2007 03/14 mer <br>presentazione libro<br>

18 February 2007 MANIFESTAZIONE DEI MIGRANTI SABATO 24/02

6 February 2007 02/11 Assemblea coordinamento migranti

17 January 2007 QUELLO CHE CI ASPETTA - Coordinamento Migranti

4 November 2006 11/11 sab. serata benefit migranti

3 October 2006 10/07 TRANSNATIONAL DAY OF ACTION

Atom Feed

RICERCA: