antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 13.06.15
12 giugno 1975, l'esecuzione di Alceste Campanile
·
L’ESECUZIONE DI ALCESTE CAMPANILE

Il 12 giugno del 1975 veniva ucciso, a Reggio Emilia, Alceste Campanile. Non aveva ancora compiuto 22 anni. Per far luce sul delitto sono stati necessari ben 32 anni: il 30 ottobre 2007, infatti, una sentenza definitiva del tribunale di Reggio Emilia confermava i risultati dell’inchiesta istruita dal Pubblico Ministero Italo Materia, che dimostrava come Alceste fosse stato ucciso da Paolo Bellini, un militante neofascista di Avanguardia nazionale che dal 1993 aveva operato come contatto fra la polizia e la mafia.

Bellini, arrestato nel 1999 per furto e rapina, confesso’ di essere stato lui ad uccidere, ventiquattro anni prima, Alceste Campanile. Mentre Alceste, a 20 anni, aveva lasciato il Fronte della Gioventù, nel quale militava, per Lotta Continua e più esattamente per il Circolo Ottobre, del quale era diventato uno dei leader, Bellini era passato, dallo stesso Fronte della Gioventù, ad Avanguardia nazionale.

I fascisti indicarono Alceste come traditore e rinnegato e il Fronte della Gioventù organizzo’ contro di lui una vera e propria campagna : in volantini diffusi dagli suqdristi reggiani Alceste Campanile veniva apertamente accusato di tradimento. Nel 1975, anno dell’omicidio di Pier Paolo Pasolini, già prima dell’assassinio di Alceste le vittime della polizia e dei fascisti erano state molte.

A Milano Claudio Varalli, 18 anni, studente aderente al Movimento dei Lavoratori per il Socialismo, era stato ucciso da un fascista di Avanguardia nazionale e Giannino Zibecchi, 28 anni, militante del Coordinamento dei comitati antifascisti, era morto dopo essere stato investito da un camion dei carabinieri. A Torino il militante di Lotta Continua Tonino Micciché, 25 anni, era stato ucciso da una guardia giurata e a Firenze il militante del Pci Rodolfo Boschi era stato ucciso da un poliziotto.

Lotta Continua indico’ subito nei fascisti, che già tre anni prima avevano ucciso, a Parma, un altro militante del movimento, Mariano Lupo, i responsabili dell’assassinio di Alceste. Il 17 giugno, in un volantino intitolato « Da fascista a comunista – viltà o convenienza » firmato Legione Europa, i fascisti rivendicavano l’assassinio di Alceste. Uno di loro, arrestato per l’omicidio di Alceste Campanile e per quello di Mario Lupo, sarebbe stato condannato solo per apologia di reato.

La concentrazione delle inchieste sugli ambientI di sinistra fu favorita dalle oscure circostanze del rapimento e della morte di Carlo Saronio e da alcune interviste rilasciate da Vittorio Campanile, padre di Alceste, che indicava i compagni di Lotta Continua come responsabili del delitto. Due anni dopo risulto’ che Vittorio Campanile aveva falsificato la firma del figlio nell’atto di vendita di un appartamento e le sue dichiarazioni persero credibilità.

In realtà Alceste era stato assassinato dopo aver accettato un passaggio, mentre faceva l’autostop, da Paolo Bellini, in un’auto dove si sarebbe trovato Roberto Leoni, leader di Avanguardia Nazionale di Reggio Emilia : i colpi di pistola che avevano colpito Alceste alla testa e al cuore erano due e provenivano da due pistole diverse.

Cio’ che era evidente fin dall’inizio non impedi’ a polizia e carabinieri di orientare le indagini nella direzione opposta, interrogando militanti di Lotta Continua e perquisendo pesantemente le loro abitazioni. I trentadue anni necessari ad accertare per via giudiziaria la verità, dopo decenni di depistaggi, non saranno inutili agli assassini di Alceste ed ai loro complici. Per Paolo Bellini, che ha confessato di essere l’autore materiale dell’assassinio, l’accusa di omicidio premeditato viene derubricata in omicidio semplice e tanto basta perché il reato vada in prescrizione.

Ancora una volta, un efferato omicidio politico resta impunito, le complicità di altre persone non vengono provate e gli imputati vengono prosciolti, a riprova che la giustizia non è affatto uguale per tutti o, quanto meno, per alcuni è più « uguale » che per altri.

Giustiniano Rossi

Parigi, 11 giugno 2013

http://carlogiuliani.fr/rifondazione-comunista/?p=8650

materiali storici
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo