antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 12.11.20
Condanne per corteo Ramelli, il Gup: "Pericolosa deriva sovranista"
·
11/11/2020

"1.200 persone delle diverse realtà extraparlamentari di destra riunite in modo compatto, che insieme rispondono alla chiamata al presente e contemporaneamente alzano il braccio nel saluto romano con orgoglio ed entusiasmo, certamente creano in soggetti che si ritrovano nelle loro idee una suggestione, una forza, una evocazione del passato regime tali da rappresentare un concreto tentativo di proselitismo e, quindi, un concreto pericolo di raccogliere adesioni finalizzata alla ricostituzione di un partito fascista". Lo scrive il Gup di Milano Manuela Cannavale nelle motivazioni della condanna di cinque esponenti della destra radicale, tra cui il leader di CasaPound Gianluca Iannone, nel processo con rito abbreviato che si è concluso a settembre e relativo al corteo del 29 aprile 2019 per Sergio Ramelli, militante del Fronte della Gioventù morto, a soli 18 anni, il 29 aprile 1975, dopo essere stato brutalmente aggredito a colpi di chiave inglese da militanti di Avanguardia Operaia. I cinque sono stati condannati a pene tra un mese e un mese e 10 giorni di reclusione per aver fatto il saluto romano e aver risposto alla chiamata del "presente" nel corso della commemorazione.

Secondo il gup, "il reato di 'manifestazioni fasciste' anche se non può configurarsi giuridicamente come istigazione a riorganizzare il partito fascista, ne rappresenta indubbiamente gli atti prodromici necessari", tendenti "a persuadere i cittadini dell’opportunità politica di restaurare il fascismo" e "le caratteristiche stesse dell’adunata" valgono a connotare di "concreta idoneità evocativa l’intero susseguirsi degli eventi" perché "la chiamata al presente ed il saluto romano posti in essere dalle tre realtà associative della estrema destra extraparlamentare - Casapound, Lealtà e Azione e Forza Nuova - una volta svincolati del tutto dalla commemorazione di Ramelli" avevano "il mero scopo di celebrare in modo enfatico ed orgoglioso il disciolto partito fascista". E "ciò risulta ancor più evidente se si tiene conto che l’evento è l'unico nell’anno (come sottolineato dalle stesse difese) capace di aggregare ed unire le tre organizzazioni della destra extraparlamentare".

IN MOTIVAZIONI GUP PARLA DI PERICOLOSA DERIVA SOVRANISTA, E' POLEMICA - Il Gup ricorda come la Cassazione abbia precisato "l'esigenza di tutela delle istituzioni democratiche non è affatto erosa dal decorso del tempo proprio perché sono frequenti rigurgiti di intolleranza ai valori dialettici della democrazia”. "Una affermazione di questo genere, purtroppo - rileva -, non è stata mai attuale come nel presente momento storico, nel quale episodi di intolleranza e/o violenza dovuti a motivi razziali sono all’ordine del giorno e si assiste ad una pericolosa deriva sovranista". Un'affermazione che ha scatenato le reazioni di Fdi e Lega.

LA RUSSA: GUP SCAMBIA SENTENZA CON TRATTATO POLITICO - "Ma di quale deriva sovranista si parla? Qui non esiste nessuna deriva sovranista, soprattutto poi legata alla commemorazione di Sergio Ramelli ucciso dall’odio comunista. Se il gup scrive ciò ha confuso le cose, magari ha scambiato una sentenza con un trattato politico che ha poco a che fare con la realtà di quei fatti legati a Ramelli, ai successivi cortei e a questioni di derive sovraniste che nulla c'entrano. Rimango basito", ha detto all'Adnkronos il senatore Ignazio La Russa, commentando le motivazioni.

OSNATO (FDI): 'IO SOVRANISTA CI VADO OGNI ANNO, SONO PERICOLO PER DEMOCRAZIA?' - “Sono sovranista e ho partecipato alla manifestazione per Sergio Ramelli eppure non mi sento un pericolo per la democrazia”, dice il deputato di Fratelli d'Italia Marco Osnato commentando all'Adnkronos le motivazioni della condanna. "Da almeno trent’anni - spiega - partecipo alle manifestazioni in suo onore e ricordo, in lui, un martire della libertà di pensiero e di opinione che fu vittima proprio del sue coraggio nel sostenere le proprie idee. Credo che, seguendo la nostra costituzione, andrebbe tutelato proprio questo aspetto e non pretestuosi e vaghi richiami alla ricostituzione del Partito Fascista".

TOCCALINI (LEGA): 'MAI VISTO SOVRANISTI AGGREDIRE POLIZIA' - "Non vedo assolutamente una pericolosa deriva sovranista, questi fantomatici pericolosi sovranisti non li ho mai visti devastare città o aggredire le forze dell’ordine", dice all'AdnKronos, Luca Toccalini, deputato milanese della Lega e capo dei giovani del partito di Salvini. "In quel corteo c’erano centinaia di cittadini per ricordare un ragazzo ammazzato barbaramente a 18 anni, non lanciatori di petardi e devastatori di città". "Se si usa la violenza durante le manifestazioni è giusto che si paghi", sottolinea il segretario della Lega giovani: "Perché la stessa severità non viene applicata quando i centri sociali spaccano vetrine e lanciano bombe carta contro la polizia?".

https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2020/11/11/condanne-per-corteo-ramelli-gup-facevano-proselitismo-per-partito-fascista_Bb4O2B3sAMLcMi9oDkNyiO.html?refresh_ce

repressione_F
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo