antifa home page

Il Progetto

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate
- Vercelli, vicepresidente del Consiglio comunale contro gay e lesbiche: "Ammazzateli tutti"
- Polonia, botte e insulti al gay-pride di Bialystok
- Foggia, sassaiola contro gli immigrati che andavano al lavoro: due feriti
- Bologna, aggressione omofoba davanti alla discoteca: partono schiaffi e pugni
- "Riapriremo i forni di Auschwitz": bambino ebreo aggredito in una scuola di Ferrara

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista
- Roma, i partigiani contro il raduno al Circo Massimo degli ultras d'estrema destra: " Va vietato"
- Verona Blitz a Porta Leoni per ricordare Nicola Tommasoli
- Foibe, tafferugli all'università di Torino per il convegno con Moni Ovadia: quattro fermati
- L'occupazione di Forza Nuova in via Taranto diventa lo Skull pub, scatta la protesta: "Sgombero immediato"
- Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell'Olocausto
- Roma, Anpi denuncia Casapound e Forza Nuova: “Violenza e apologia di fascismo”
- Torre Maura, sfilata antifascista ma senza sinistra. Fiano: “Faccio autocritica, il Pd non è presente qui in veste ufficiale”
- Lodi, presidio antifascista in Cgil dopo attacco Forza Nuova

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica
24.06.20 Il "modello" Vicenza, dove neofascisti ed estremisti siedono al Palazzo
23.06.20 Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
22.06.20 Estrema destra, terrorismo nero (anche italiano) non è solo su Internet: ha armi, bombe, razzi e progetta attentati contro musulmani ed ebrei
17.06.20 Cosa si muove dietro l'alleanza nera tra neofascisti, ultras e no 5g
16.06.20 Il movimento Boogaloo (Usa)
8.06.20 Nel palazzo occupato da Casapound a via Napoleone III nessuno è indigente
4.06.20 George Floyd – Paramilitari, suprematisti bianchi pro-Trump e anarchici: la galassia di gruppi che infiltra la protesta negli Stati Uniti
29.04.20 Report: Il virus nero
29.04.20 Chi è Roberto Fiore? Biografia, affari e storia politica del leader di Forza Nuova
29.04.20 Strage di Bologna: così i neofascisti avrebbero pianificato la fuga prima della bomba
24.03.20 Mafia, quattro condanne per l’uccisione dell’avvocato Fragalà

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 3.12.20
I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
·
Una galassia di partiti, movimenti e personaggi che ha conquistato, se non il potere, almeno una percentuale preoccupante di voti in quasi tutto il mondo occidentale. Ma come spiega Cas Mudde in “Ultradestra”, spesso il sostegno nei loro confronti si è dimostrato volatile

Per lungo tempo abbiamo creduto che alcuni Paesi fossero immuni alle politiche di ultradestra. Americani e britannici ritenevano che i loro Paesi, intrinsecamente democratici, ne fossero salvaguardati avendo già resistito alle tentazioni fasciste all’inizio del Ventesimo secolo.

Gli olandesi e gli svedesi credevano che le loro società fossero così liberali che i partiti della destra radicale populista non avrebbero mai potuto mettere radici. E molti pensavano che la Germania fosse stata così profondamente segnata dal trauma dell’Olocausto e dalla sua notevole Vergangenheitsbewältigung (capacità di “fare i conti con il passato”) che le forze dell’ultradestra non avrebbero mai potuto riconquistare il sostegno popolare nella sua democrazia militante.

Allo stesso modo, i commentatori hanno a lungo sostenuto che il (recente) ricordo del regime autoritario di Franco spiegasse l’assenza di un partito di destra radicale populista di successo in Spagna.

Adesso sappiamo di aver sbagliato. E per quanto ci siano ancora dei Paesi in cui i partiti dell’ultradestra non hanno successo, come il Canada o il Portogallo, ciò accade più per una questione di offerta che di domanda. Anche questi Paesi sono terreno fertile per le politiche di destra radicale populista. Semplicemente non si sono ancora confrontati con il partito o l’imprenditore della politica di destra radicale populista più adatto al loro contesto politico.

Come questa situazione possa rapidamente mutare lo abbiamo visto per esempio in Spagna, dove Vox è riuscito là dove molti altri partiti di ultradestra avevano fallito. Per quanto sia stato effettivamente aiutato da circostanze specifiche, tra cui le tensioni relative all’indipendenza catalana e i gigantesch scandali per corruzione interni al Partito popolare, Vox ha comunque rapidamente raggiunto non solo il successo popolare, ma anche la rilevanza politica.

L’ultradestra è qui per restare

L’ultradestra è qui per restare. E questo vale anche per l’estrema destra, già sopravvissuta alla repressione conseguente alla sconfitta del 1945 dei movimenti e dei regimi fascisti che l’hanno originariamente ispirata.

Per essere chiari, ci sono poche indicazioni che i partiti o i politici di estrema destra stiano tornando ad avere potere politico. Perfino in Grecia, che probabilmente più di ogni altra democrazia ricorda la Germania della Repubblica di Weimar, i neonazisti di Alba Dorata sono stabili a circa il 5-7% dei voti.

Detto questo, gli attori e le idee dell’estrema destra hanno recentemente ricevuto le lodi di due degli uomini più potenti del mondo: il presidente brasiliano Bolsonaro (in riferimento alla dittatura militare) e il presidente statunitense Trump (in riferimento ai manifestanti della alt-right di Charlottesville).

Oltretutto, l’antisemitismo e il razzismo sono tornati al centro del dibattito politico, in maniera più implicita sui media tradizionali e in maniera più esplicita sui social media.

Se non bastasse c’è anche un chiaro aumento sia della violenza verbale sia della violenza fisica dell’estrema destra. Le minacce violente da parte di attivisti e troll (anonimi) di ultradestra sono all’ordine del giorno sui social media, anche se molte piattaforme sono recentemente diventate più vigili e repressive, restringendo lentamente ma con costanza gli spazi all’interno dei quali l’ultradestra può operare.

Sia la violenza fisica che quella verbale sono esplose in seguito alla “crisi dei rifugiati”, provocando insulti e violenze sia nei confronti degli “stranieri” sia dei “nativi” sospettati di sostenerli.

Dopo decenni di ossessione nei confronti del terrorismo jihadista, a discapito di (altre) minacce terroristiche interne, molti Paesi sono sempre più all’erta nei confronti della crescente minaccia del terrorismo di ultradestra. Fino a oggi, la maggior parte degli attentati principali sono stati eseguiti da assalitori singoli, ma anche questi individui erano strettamente collegati alla più vasta comunità virtuale di ultradestra.

Visto il suo stretto legame con i valori convenzionali, anche se radicalizzati, e visto che il suo recente successo è collegato a cambiamenti di carattere strutturale e fa riferimento a questioni di grande rilevanza, ci sono poche ragioni per ritenere che la destra radicale e populista abbia raggiunto il suo picco politico o elettorale.

Ma per quanto il sostegno delle idee della destra radicale populista sia relativamente stabile all’interno della società, molti partiti di destra radicale populista hanno ancora un elettorato molto volatile. Ciò perché la salienza dei loro temi dipende dal più ampio contesto politico e varia nel tempo e nello spazio. In fondo, la politica è prima di tutto locale e non globale.

da “Ultradestra. Radicali ed estremisti dall’antagonismo al potere”, di Cas Mudde, Luiss University Press, 2020

https://www.linkiesta.it/2020/10/ultra-destra-estrema-destra-mondo/

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo