SOTTO
ACCUSA


ARCHIVI



CERCA
 

Ottobre 24, 2002

* Il Grande Fratello esce allo scoperto.

Ormai pare che Palermo sia la sede predestinata di ogni vertice governativo internazionale su tutto cio' che e' tecnocontrollo, governo del web e repressione dell'innata liberta' di azione e diffusione che un mezzo come internet consente.
http://italy.indymedia.org/news/2002/09/87496.php

* Indymedia Atene sotto attacco!

Indymedia Atene e' sotto attacco. Le autorita' greche e i media stanno costruendo una campagna di criminalizzazione del nodo ateniese di indymedia, seguendo il teorema di un presunto sostegno al gruppo 17 Novemebre. In seguito alla campagna dei media mainstream, il Dipartimento della Polizia Informatica non ha perso tempo cercando di raccogliere informazioni e infiltrarsi nel collettivo editoriale di indymedia atene. Oggi ad Atene un corteo di 2500 persone contro il terrorismo dello stato e dei media di regime ha risposto alla richiesta di chiusura del sito, solo il primo dei segnali di restrizione della liberta' di parola originati dal Nuovo Ordine Mondiale.
http://italy.indymedia.org/

* POLIZIOTTI GO HOME!

Proprietario di un sito Web si ribella all'ingiusta sospensione del servizio di hosting per le sue pagine.
http://www.zeusnews.it/news.php3?cod=1587

* Censorware finanziato dal governo giapponese.

Dopo l'ultima diffusione in Giappone dei programmi di censorware (ossia che bloccano contenuti giudicati inadatti ai minori attraverso alcune parole chiave) in uffici, scuole e biblioteche ci sono state alcune posizioni critiche portate avanti in maniera pubblica. Fra queste quella di Sakiyama Nobuo, che ha concentrato la sua analisi non sui programmi localizzati dalle edizioni USA, ma su quelli finanziati nello sviluppo dal governo giapponese. Al solito rifiuto da parte delle autoritÓ di svelare i criteri di rating, egli ha programmato una coppia di tool per ottenere una lista delle 'parole proibite', fra cui ha scoperto assurditÓ quali 'male, female, Free, HTML', che sollevano forti dubbi sulla natura dei blocchi studiati dai programmi governativi.
http://www.neural.it/

* LSSI.

Una legge che il governo spagnolo discutera' a giorni e che rappresenterebbe una ulteriore seria minaccia al libero utilizzo delle nuove tecnologie.
http://www.autistici.org/loa/giucas

* WHAT IS THE CBDTPA?

The CBDTPA is a bill (S. 2048) proposed in Congress by Senators Fritz Hollings (D-SC) and Ted Stevens (R-Alaska), along with Senators Daniel Inouye (D-HI), John Breaux (D-LA), Bill Nelson (D-FL), and Dianne Feinstein (D-CA). The acronym stands for "Consumer Broadband and Digital Television Promotion Act". Note that the CBDTPA was originally known as the "SSSCA" while in draft form. WHAT WOULD THIS LAW DO? The law would force all new personal computers and digital home entertainment devices sold in the United States to have government-approved "policeware" built-in. This policeware would restrict your use of copyrighted material on these devices -- including music files and CD's, video clips, DVD's, e-books, and more.
http://www.stoppoliceware.org/

* Amnesty = pornografia!

Le strategie di controllo colpiscono anche i bambini: Amnesty (e altri) censurata da CyberPatrol (e altri). Dopo che molti studenti hanno osservato che dai loro computer scolastici era impossibile accedere al sito di Amnesty International, quelli di peacefire.org hanno provato a controllare di persona. Hanno settato i vari programi di "blocco" per i bambini disponibili sul mercato (CyberPatrol, NetNanny, SurfWatch ecc.) con i normali parametri usati dalle scuole o dalle famiglie (blocco a pornografia, droga e violenza), e durante la navigazione hanno constatato che non solo il sito di Amnesty International era inaccessibile come "pornografia", ma anche altri. Dall'esperienza e' nato Amnesty Intercepted.
http://www.peacefire.org/amnesty-intercepted/

* Sul web nuove censure vietnamite.

Dopo aver messo sotto torchio i netcafe' il regime ora vuole controllare aziende e altre organizzazioni. Ecco come congelare i cyberdiritti.
http://punto-informatico.it/p.asp?i=41793

* Deutsche Bahn vs. Indymedia: Where is the internet without indirect links?

Deutsche Bahn, the German rail company, won a court case against Indymedia.nl, ordering Indymedia.nl to remove all direct and indirect links to two pages that contain information considered unlawful in the Netherlands. Part of the story is about repression and censorship in Germany and in the Netherlands, but the more important question is what happens to the internet if one is not allowed to place links to sites that again could link to pages with forbidden material.
http://www.indymedia.nl/en/static/DB/

* Creativita' per comprendere la censura online.

Gli artisti di 0100101110101101.ORG raccontano a modo loro il caso di censura che subirono nei mesi scorsi in merito ad un celebre libro su pedofilia, caccia alle streghe e censura. Nasce il File that wouldn't leave.
http://punto-informatico.it/p.asp?i=41834

* Il sito BBC inaffidabile, ecco come cambiano le loro stesse news del passato per non cadere in contraddizzione.

Abbiamo le prove che la BBC, o meglio il sito della BBC (http://news.bbc.co.uk) cambia i suoi articoli scritti in passato per affermare sucessivamente cose diverse, altrimenti sarebbe in contraddizzione di quanto dichiarato precedentemente, la cosa la riteniamo della massima gravitÓ ed attenzione. Se Ŕ possibile smentire affermazioni fatte in passato, diverso Ŕ cambiare il passato scritto per far coincidere alla realtÓ che si vuole creare.
http://www.erinit.com/2002-10-05-bbc-cambia-la-storia-p.php3

* Il grande fratello si avvicina.

Tra circa 3 mesi negli USA entrera` in azione CAPPS II, quello che potrebbe essere il piu` grande contenitore di informazioni personali mai visto. Il sistema sara` utilizzato per ottenere informazioni (provenienti da archivi pubblici e privati) su persone in viaggio negli e per gli Stati Uniti.
http://www.neuromante.it/

* Una farsa il processo DMCA contro ElcomSoft.

L'FBI nega i visti ai testimoni.
http://punto-informatico.it/p.asp?i=41847

* Jailing for two year of zouhair yahyaoui the tunisian webmaster of www.tunezine.com a satiric and dissident site.

* Jailing for two year of zouhair yahyaoui the tunisian webmaster of www.tunezine.com a satiric and dissident site.
http://www.tunezine.com/

INIZIO
PAGINA
Isole nella Rete   |  powered by MovableType   |  XML RSS